Conoscevamo il lavoro dei maestri di stile e creatività Giuliano e Giusy Marelli che ci hanno sempre riempito di meraviglia. Per questo quando Gaia Segattini, alias Vendetta Uncinetta, ci ha invitato per un incontro presso il loro studio eravamo letteralmente elettrizzate :-)  Abbiamo fatto il conto alla rovescia, spuntando i giorni sul calendario,  e finalmente il fatidico giorno è arrivato.

E’ un sogno o è tutto vero?

L’atelier si trova a Milano, e appena entrate ci troviamo immerse in un clima di affettuosa accoglienza. Giuliano e Giusy sono lì a riceverci, come se fossimo amici da sempre, e siamo subito a casa. Gaia ha riunito qui una quindicina di persone diversissime fra loro per attività e competenze, ma tutte accomunate dalla stessa passione: la creatività in maglia. Giuliano e Giusy hanno incominciato a raccontarsi, la loro storia sembra una favola da  ammutolire di stupore chi ancora non la conosce a fondo…

Giusy e Giuliano Marelli

Giusy e Giuliano Marelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ti vesti strana ..

Tutto nasce quando Giuliano incontra Giusy e le fa notare che si veste in maniera strana … lei risponde “allora disegnami tu i vestiti!” Questo episodio segna l’inizio di un amore e di un sodalizio professionale che continua fino ad oggi. Tutti e due giovanissimi: Giuliano era grafico, Giusy una creativa, si direbbe oggi, e da qui scatta la magia.

Gli stilisti, le riviste

Le loro collaborazioni con grandi stilisti in Italia e all’estero non si contano, ma l’esperienza che più ha segnato Giusy è quella con Biki: da lei ha imparato il rigore, la cura dei dettagli, la precisione. Giuliano e Giusy hanno anche contribuito significativamente alla storia dell’editoria femminile, i loro modelli sono stati pubblicati su tutte, ma proprio tutte, le riviste di moda degli ultimi decenni . Sul grande tavolo dell’atelier possiamo sfogliare le prime copie di Amica, pagine ingiallite  preziosissime, con le loro creazioni  di una modernità sconcertante.

I viaggi: studio e ricerca

Giuliano ha girato il mondo, alla ricerca dei saper antichi nell’arte della maglia, a partire dall’Irlanda a cui ha dedicato due anni di viaggi avanti e indietro da Milano per portare alla ribalta la tradizione dei maglioni delle Isole Aran, realizzati dalle donne per i mariti pescatori con lana non lavata, per mantenere sul filato la lanolina che lo rendeva impermeabile. Punti antichi, ciascuno con il suo significato. Li portavano gli irlandesi espatriati negli Stati Uniti come ricordo della terra natale, spesso ignari  della tradizione che incorporavano .. É merito di Giuliano Marelli se molti dei disegni e dei capi Aran sono stati riportati alla luce e sulle passerelle della moda,  preferiti anche da grandi divi del cinema del calibro di James Dean,  Steve Mc Queen e, ai nostri giorni,   Patrick Dempsey in tempi più moderni.  E venendo a noi: chi non ne ha avuto almeno uno? chi non ha tentato di sferruzzarne uno per il suo primo amore?!  Possiamo tranquillamente dire che la “moda” del maglione  irlandese è stata creata da Giuliano e Giusy Marelli !!!

Per approfondire invece ricamo e crochet Giuliano ha setacciato l’Italia in lungo e largo, interrogando le nonnine, detentrici di una cultura e di una manualità preziosissima…

Hanno anche pubblicato libri indispensabili e fatto molto, moltissimo  altro ..

Gaia, perché siamo qui?

Ma cosa ci ha portato qui, cosa frullava in testa all’esplosiva Gaia Segattini? Ce lo racconta lei stessa: “Ho incontrato Giuliano e Giusy 4 anni fa, in occasione di un knit cafè a Mondo Creativo: realizzavano sciarpe per Unicef e la visione di Giuliano che insegnava a lavorare a maglia ad un bambino mi ha commosso! Adoro le persone di esperienza, in loro vedo una sapienza antica e preziosa .. e ogni volta vorrei farmi adottare. Giuliano e Giusy erano per me un mito,  scoprire la loro semplicità ed umiltà ha fatto scattare la voglia di far conoscere e condividere la loro storia e il loro lavoro. Sono andata a trovarli e mi sono ritrovata nel paese delle meraviglie: libri introvabili, le loro collezioni .. insomma un mondo che sarebbe bello aprire alle nuove generazioni, per creare connessioni trasversali, portare cultura vera. C’è da fare un grande lavoro di catalogazione e di sistematizzazione, ma l’importante è incominciare!”

I sogni son desideri ..

I sogni generano energia positiva e muovono le montagne, e i sogni di Gaia un primo risultato l’hanno già ottenuto: Giuliano e Giusy aprono le porte del loro Studio Martelli al lunedì e al mercoledì mattina, previo appuntamento. E per chi volesse, fanno specialissimi corsi di maglia su misura. Per contattarli: www.giulianoegiusymarelli.com  –  giuliano@studiomarelli.net .